ExoMars, una lunga notte di analisi di dati: cosa è successo a Schiaparelli?

MeteoWeb

Dopo una notte di analisi dei dati, Schiaparelli si fa ancora attendere. L’Europa, e soprattutto l’Italia, è ancora con il fiato sospeso in attesa di capire cosa è accaduto al modulo di discesa EDM, chiamato Schiaparelli in onore dell’astronomo italiano che per primo fece una osservazione accurata di Marte.

Cosa è successo a Schiaparelli? Quel che è finora certo è che l’ultimo segnale è giunto a 50 secondi dall’ammartaggio. Solo dopo l’analisi della telemetria sapremo cosa è successo, ed una conferenza stampa è stata annunciata per le ore 10. “Ribadendo che Schiaparelli potrebbe essere totalmente operativo, quello che si può dire al momento, che solo l’analisi della telemetria che l’orbiter TGO, che si è correttamente inserito nella sua orbita marziana, raccoglierà questa notte, potrà fornirci le risposte giuste, dicendoci se il lander europeo è in piena funzione o ha raccolto dati sufficienti da aver comunque compiuto il suo lavoro: fornire dati essenziali per la piena riuscita di ExoMars 2020“, ha spiegato l’Agenzia Spaziale Italiana.