Halloween, la leggenda di Jack o’lantern

MeteoWeb

La tradizione di intagliare le zucche di Halloween risale al folklore irlandese. A proposito di questi ortaggi, a vederli protagonisti è la famosa leggenda di Jack o’lantern. Si narra che un fabbro ubriacone di nome Jack ebbe la sventura di incontrare il Diavolo in un pub, secondo alcuni nella notte di Halloween.

Jack, che anche in quell’occasione aveva alzato il gomito, stava per cadere nelle mani del Diavolo ma riuscì ad imbrogliarlo, offrendogli la sua anima in cambio di un’ultima bevuta. Il Diavolo si trasformò in una moneta da 6 pence per pagare l’oste e Jack riuscì velocemente a intascarsela. Poiché l’ubriacone teneva con sé una croce d’argento, il Diavolo non riuscì a tornare alla sua forma originaria. Jack, allora, lo lasciò andare ma ad una condizione: quella che Lucifero non reclamasse la sua anima per i successivi 10 anni. Il Diavolo accettò ma 10 anni dopo Jack, mentre camminava lungo una strada di campagna, incontrò nuovamente Lucifero, tornato per la sua anima, ma l’ubriacone, riflettendo velocemente, gli disse: “ Verrò, ma prima potresti prendermi una mela da quell’albero?”.

HALLOWEEN LEGGENDA 1Il Diavolo, pensando di non aver nulla da temere, balzò sulle spalle di Jack per prendere la mela. Jack tirò fuori un coltello e intagliò una croce sul tronco dell’albero. Questo lasciò il Diavolo a mezz’aria, incapace di raggiungere Jack o la sua anima. Jack gli fece promettere di non tornare mai più per reclamare la sua anima e, non vedendo via d’uscita, il Diavolo accettò. Quando alla fine Jack morì, anni dopo, non fu ammesso in Paradiso, a causa della sua vita da ubriacone e truffatore. Così si recò all’entrata dello Inferno, ma il Diavolo lo rimandò indietro perché aveva promesso di non prendere l ‘anima di Jack. “Ma dove posso andare? “, chiese Jack. “Torna da dove sei venuto!”, gli rispose il Diavolo. Ma la strada del ritorno era buia e ventosa.

HALLOWEEN LEGGENDA 2L’uomo implorò il Diavolo di dargli almeno una luce per trovare la giusta via e il Diavolo gli gettò un tizzone ardente, proveniente dalle fiamme dell’Inferno. Per non farlo spegnere dal vento, Jack lo mise in una rapa che stava mangiando. Da allora Jack fu condannato a vagare nell’oscurità con la sua lanterna, fino al giorno del Giudizio. Jack della lanterna ( Jack o’Lantern) da allora fu il simbolo delle anime dannate. Dalla rapa si è poi passati alla zucca dato che gli immigrati irlandesi, fuggiti dalle loro terre per una carestia nel IXI secolo e arrivati nel territorio americano, non trovarono rape grandi a sufficienza da poter essere intagliate. Al contrario, la zona abbondava di zucche più grosse e facili da incavare. Esse sembrarono agli irlandesi un valido sostituito delle rape.