Incendi: estate rovente nel Salernitano, +400% interventi

MeteoWeb

Una estate difficile quella vissuta dai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Salerno a causa di un altissimo numero di incendi (+400% rispetto al 2015) che si sono registrati. I dati sono stati illustrati questa mattina nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il direttore regionale Giovanni Nanni e il comandante provinciale Emanuele Franculli. “E’ stata una estate straordinaria – ha spiegato quest’ultimo – per quanto riguarda l’impegno dei vigili del fuoco della provincia di Salerno. Abbiamo avuto quasi 2500 interventi di cui ciascuno con una sua storia, con una protezione di beni immobili e soprattutto di vite umane“.

La difficolta’ maggiore che riscontriamo nella nostra area e’ il raggiungimento di alcune zone, dove la viabilita’ spesso e’ complicata, interrotta; altra difficolta’, soprattutto nella costa cilentana e nella costiera amalfitana, e’ la presenza di numerose strutture alberghiere e turistiche in generale che implementano il grado di rischio. Tutto cio’ porta un grande impegno da parte nostra“. Il mese estivo piu’ difficile e’ stato agosto con 1111 interventi complessivi rispetto ai 263 di giugno, 688 di luglio e 292 di settembre. Sulla chiusura del corpo forestale, invece, e’ intervenuto il direttore Nanni: “E’ stata fatta questa scelta che rispettiamo; porremo a disposizione delle popolazioni e delle istituzioni tutta la nostra progettualita’ e le nostre competenze per rimodulare il nostro assetto e fronteggiare anche quegli eventi che erano gestiti in passato dal Corpo Forestale dello Stato“.