Influenza, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti: “Vacciniamoci tutti”

MeteoWeb

Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti si è vaccinato pubblicamente contro l’influenza al Policlinico Casilino di Roma, per lanciare la ‘Campagna di vaccinazione antinfluenzale e sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza’ promossa dalla Regione Lazio e al via da domani. L’influenza, avvertono gli esperti, si preannuncia quest’anno particolarmente aggressiva: deriva infatti da tre ceppi diversi che provengono da Brisbane, Hong Kong e California. La Regione Lazio ha messo a disposizione oltre un milione di dosi di vaccino che vengono offerte gratuitamente attraverso i Medici di Medicina Generale, i Pediatri di Libera Scelta è le Asl. La Giunta per questa campagna ha stanziato circa 11 milioni di euro, mentre altri 9 sono stati impegnati per la vaccinazione antipneumococco. I Medici di Medicina Generale che partecipano alla campagna sono circa 4.800, mentre i pediatri sono circa 800; sono attivi anche nei week end e giorni festivi nei 20 ambulatori aperti a Roma e nelle province 365 giorni l’anno.

L’obiettivo di copertura che la Regione intende raggiungere, anche su indicazione del Ministero della Salute, è del 75% sia sulla popolazione anziana che sulle categorie a rischio. Importante in questo contesto il ruolo svolto da 100 ‘medici sentinella’ uniformemente distribuiti tra le Aziende sanitarie e coordinati a livello regionale. La campagna di vaccinazione antinfluenzale 2015-16, sottolinea la Regione, ha fatto registrare un significativo miglioramento dei risultati raggiunti rispetto alla stagione precedente. Domani prende il via anche un Programma di vaccinazione anti-pneumococcico coniugato (PCV) 13-valente. Il programma sarà attivo tutto l’anno. In questo caso la Regione ha stanziato 9 milioni, 3 in più rispetto all’anno scorso. Nel Lazio è già attivo da alcuni anni un programma di vaccinazione con vaccino PCV 13-valente nei nuovi nati, che prevede la somministrazione di 3 dosi entro il 2° anno di vita e che ha consentito di raggiungere nel 2014 una percentuale di copertura superiore al 91%.?

Quest’anno abbiamo due ceppi che sono mutati quindi avremo una INFLUENZA più aggressiva del solito – spiega Pier Luigi Bartoletti, della Fimmg- C’è, in aggiunta rispetto allo scorso anno, anche la possibilità di fare vaccinazioni contro la polmonite per le persone più anziane. Quindi abbiamo due misure per la prevenzione molto importanti. La nostra è una regione che torna a investire in maniera prepotente sulla prevenzione e la prevenzione è la sanità del futuro perché è l’unica maniera per far sì che le persone possano prevenire malattie evitabili e il vaccino permette di evitare di ammalarsi. Quindi – conclude Bartoletti- al di là delle voci dei detrattori, la vaccinazione è l’unica misura riconosciuta dalla scienza per prevenire l’INFLUENZA e la polmonite“.

Parte da oggi la campagna per promuovere la vaccinazione antinfluenzale nel Paese. Noi siamo tra le regioni che su questo investe di più e che ha le performance migliori: lo scorso anno la vaccinazione è andata bene, erano circa 850.000 le persone vaccinate, con un incremento del 2,4% e noi vogliamo continuare su questa strada perché è molto importante; quest’anno ci sono segnali che sta arrivando un virus molto grave e combattivo“. Lo ha detto Zingaretti inaugurando il nuovo blocco di sale operatorie al Policlinico Casilino. “Parte oggi la campagna che noi promuoveremo in tutto il Lazio perché vaccinarsi salva la vita, spesso, e soprattutto evita che il contagio si diffonda – ha aggiunto- Io per dare un esempio sono stato il primo a vaccinarmi quest’anno e l’appello che faccio è vacciniamoci tutti perché è molto molto importante“.