La bimba ‘nata due volte’: operata di tumore prima di nascere, è stata estratta e reinserita nell’utero

MeteoWeb

Si chiama LynLee la bambina che secondo i medici è “nata due volte”: la prima quando, a poche settimane di gestazione, è stata estratta dall’utero materno in modo da poterle asportare un tumore e poi essere reinserita nel grembo della mamma, e la seconda quando è venuta alla luce al termine normale della gravidanza con parto cesareo. La sua storia, pubblicata dalla Cnn, è stata resa possibile da un team di medici e chirurghi del Children’s Hospital in Texas, che hanno eseguito l’intervento e monitorato la gravidanza della mamma Margaret Boemer. In seguito ad un controllo di routine, un’ecografia che Margaret ha effettuato alla 16/ma settimana, i medici si sono accorti che qualcosa non andava: il feto era affetto da un raro tumore, il teratoma saccocigeo, una forma che si sviluppa dal coccige e colpisce prima della nascita in una percentuale di un nato su 35.000.

La situazione appare grave, spiega il co-direttore del Texas Children’s fetale center, Darrell Cass. A 23 settimane di gestazione, il tumore stava danneggiando le funzioni cardiache del feto,diventando quasi più grande del feto stesso. Così, a 23 settimane e 5 giorni di gestazione si è deciso di procedere con l’intervento d’emergenza di chirurgia fetale. Date le dimensioni del tumore si è resa necessaria una grande incisione sull’utero: i chirurghi hanno dovuto estrarre il feto che, racconta Cass, “è stato tenuto sospeso in aria, mentre il liquido amniotico fuoriusciva, una situazione drammatica“.

Durante l’intervento il cuore della bimba si è quasi fermati, ma il cardiologo è riuscito a stabilizzarlo. Il tumore è stato rimosso e il feto straordinariamente reinserito nell’utero, che è stato poi ricucito. E’ stato “una sorta di miracolo essere riusciti ad aprire e ricucire l’utero in quel modo e che tutto sia andato bene“, ha commentato Cass. Trascorse altre 12 settimane LynLee è nata con un ordinario parto cesareo. A otto settimane di vita la piccola è stata sottoposta ad un altro intervento chirurgico per rimuovere una parte restante di massa tumorale. Oggi la bimba “Ha quasi 7 anni ed è in perfetta salute“, afferma Cass. “E’ stata davvero dura – dice la mamma Margaret – ma è valsa ogni pena vissuta“.