La zucca: ecco le sue straordinarie proprietà benefiche

MeteoWeb

La zucca, appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, è un ortaggio originario dell’America Centrale. I semi più antichi sono stati ritrovati in Messico e risalgono al 7000/6000 a.C.

Alimento base della dieta degli Indiani (i primi coloni impararono da loro a coltivarla), insieme alla patata e al pomodoro la zucca è stato uno dei primi ortaggi esportati dopo la scoperta dell’America. Ipocalorica, ricca d’acqua, fibre, minerali e vitamine, deve molte sue proprietà al betacarotene che contrasta i radicali liberi, rallentando l’invecchiamento cellulare umano, ha effetto antiossidante e antitumorale (nei casi di tumore alla prostata, ai polmoni e allo stomaco).

ZUCCA OTT 1Essa contrasta la stitichezza, previene le malattie cardiovascolari, la degenerazione maculare, la cataratta e i danni alla retina; contrasta il diabete e l’ipertensione, ha azione diuretica e calmante, grazie al triptofano che migliora il rilassamento, concilia il sonno, è un toccasana nei casi di ansia e nervosismo. La zucca, ideale per gli sportivi dopo un allenamento intenso, contribuisce al buon funzionamento della muscolatura. Lenitiva per la pelle, essa contrasta scottature e infiammazioni, prevenendo la comparsa delle rughe.

ZUCCA OTT 2Consigli per l’acquisto: per accertarvi che l’ortaggio sia fresco e ben sodo, è sufficiente colpire la zucca con le nocche della mano, verificando che emetta un suono sordo. Il picciolo deve essere morbido e ben attaccato, mentre la buccia pulita, priva di ammaccature. Come conservarla? Si conserva per tutto l’inverno in un ambiente buio, fresco e asciutto. I pezzi di zucca cruda vanno riposti in frigo, nello scomparto verdure, avvolti in carta trasparente e vanno consumati in brevissimo tempo in quanto soggetti a facile disidratazione. Se, invece, si desidera conservare in congelatore l’ortaggio, limate la buccia, tagliatelo a dadini e riponetelo in congelatore dopo una lieve sbollentatura.