L’Italia assediata da venti di scirocco e forte maltempo, nuova allerta meteo per domani

MeteoWeb

Intenso maltempo al centro/nord e caldo al sud: le spiagge in Sicilia sono state nuovamente prese d’assalto (a Palermo il termometro è salito fino a 34 gradi e la gente è tornata a fare il bagno al mare), mentre vento e pioggia hanno messo in ginocchio il resto del Paese, con crolli di alberi e smottamenti, con caos sulla rete stradale e ferroviaria. A Roma un albero è caduto su uno scuolabus causando feriti, tra i quali una bambina. Certamente è stata la Liguria a subire i maggiori danni nella giornata di oggi: nella regione era stata prevista l’allerta rossa, ed è stato qui che si sono registrati 7 feriti. Soccorsi circa 300 passeggeri rimasti bloccati alcune ore su un treno Intercity a Zoagli, fra Chiavari e Rapallo, lungo la linea internazionale Roma-Ventimiglia, a causa del crollo di alcuni alberi lungo i binari. Molti i danni causati a Genova dalla pioggia e dal vento forte che ha raggiunto i 150 chilometri orari. Alle Cinque Terre i comuni di Riomaggiore e Framura sono stati flagellati da raffiche tra i 115 e i 117 chilometri l’ora. Danni anche a Portofino.

In Lombardia è stata interrotta per una frana la statale dello Stelvio. Danni ingenti a Lecco dove era in corso la “festa del cioccolato”, poi annullata. Registrate intense mareggiate in Sardegna. Danni e disagi in Toscana dove è stata interrotta questa mattina la linea ferroviaria Viareggio-Lucca per il crollo di alberi. Nel Pistoiese è crollato il tetto di una casa. In Valle d’Aosta ha nevicato sopra i 1800-2000 metri di quota. Pioggia e neve anche in Piemonte.

LaPresse/Giulia Molinari
LaPresse/Giulia Molinari

La perturbazione di origine atlantica che sta interessando le regioni settentrionali e la Toscana con venti forti di scirocco e spiccato maltempo, coinvolgera’ nelle prossime ore anche parte delle regioni tirreniche centro-meridionali e fara’ registrare un’intensificazione dei venti anche sul versante adriatico“. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte- alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati- ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticita’ consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede, dal tardo pomeriggio di oggi, venerdi’ 14 ottobre, venti forti o di burrasca sud-orientali su Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia, con raffiche piu’ intense sui settori costieri, con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Dalla serata odierna, inoltre, si prevedono precipitazioni a carattere di rovescio o temporale sul Lazio, in progressivo trasferimento nella mattinata di domani, sabato 15 ottobre, sulla Campania. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Cosi’ in un comunicato il Dipartimento della Protezione Civile. Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata per domani un’allerta arancione per Toscana, Lazio, buona parte di Lombardia e Veneto. E’ stato poi valutata un livello di allerta giallo su Umbria, su vasti settori di Campania, Molise, Abruzzo, Marche, Emilia Romagna, Basilicata e il versante occidentale della Calabria. E’ stata valutata un’allerta gialla anche per il Friuli Venezia Giulia, per la provincia autonoma di Trento e i restanti settori del Veneto e della Lombardia.