Maltempo: la Regione Liguria stanzia 2 milioni per la difesa del suolo

MeteoWeb

La giunta regionale della Liguria, su richiesta dell’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone, ha stanziato 2 milioni di euro per interventi di difesa del suolo e contro il dissesto idrogeologico. I Comuni beneficiari dei fondi, che saranno utilizzati per la manutenzione e la pulizia degli alvei e dei versanti e per la realizzazione di opere di difesa idraulica, sono 117 e sono stati individuati sulla base delle priorità e delle criticità messe in evidenza dagli uffici territoriali della difesa del suolo. “Il nostro obiettivo -ha spiegato Giampedrone- era quello di coprire il maggior numero di richieste tenuto conto che la quota massima regionale finanziabile prevista per singolo intervento ammonta a 40 mila euro che si vanno ad aggiungere alla quota di compartecipazione del Comune“.

Quest’anno però il finanziamento a disposizione per gli interventi di manutenzione del territorio, frutto dei proventi dei canoni demaniali derivanti dalla legge Delrio, risulta di gran lunga ridimensionato -ha sottolineato- in quanto il 75% degli introiti dei canoni demaniali è vincolato al pagamento del personale trasferito dalle Province e dalle Comunità Montane alla Liguria sulla base di una legge fatta dalla precedente giunta”. “Ne consegue -ha aggiunto l’assessore ligure- che le risorse oggi disponibili per gli interventi di manutenzione e gestione del territorio risultano decisamente ridimensionate e pari a 1,6 milioni che sono state integrate con 400 mila euro dal bilancio regionale”.

I Comuni -ha ricordato Giampedrone- possono partire subito con la manutenzione del territorio che è fondamentale per la Liguria. A questo proposito sono molto contento che abbiamo potuto aggiungere risorse ai canoni demaniali idrici che, con i tagli della legge Delrio, ammonterebbero ad una cifra troppo bassa”. “E’ chiaro -ha concluso l’assessore ligure- che stiamo entrando in un periodo delicato per cui invitiamo i Comuni ad attivarsi da domani con risorse immediatamente spendibili per i colatori minori”.