Meteo Weekend: ancora instabilità sparsa da nord a sud, ma con temperature in aumento

MeteoWeb

Meteo Weekend – La circolazione sinottica sull’area europea continua ad essere dominata da due distinte depressioni a carattere freddo, la prima in azione in pieno Atlantico e la seconda, ormai evoluta in “CUT-OFF”, in movimento “retrogrado” sull’Europa centrale, che tendono ad interagire direttamente con un robusto promontorio anticiclonico che posizionerà i propri massimi barici, di ben 1050 hpa, nel cuore della Russia europea. Questo imponente anticiclone dinamico, con massimi di geopotenziale piuttosto elevati in quota, centrati sulla Russia europea, contribuirà a bloccare la circolazione sul vecchio continente, favorendo una semi-stazionarietà del “CUT-OFF” che indugia fra il nord della Germania e la Danimarca. Questa circolazione depressionaria centrata sulla Germania ha il merito di richiamare un flusso di miti ma umide correnti occidentali verso le nostre regioni, con conseguenti condizioni di instabilità, esaltate da infiltrazioni di aria un po’ più fredda nella media e alta troposfera che esacerbando il “gradiente termico verticale” originano locali fenomeni temporaleschi lungo i settori tirrenici e sul nostro centro-sud. Nella giornata di domani non si dovrebbe assistere a grossi mutamenti dello scenario barico sull’area euro-atlantico, salvo un ulteriore prolungamento verso latitudini più meridionali della saccatura fredda presente in Atlantico, con il successivo “stretching” che nel corso della giornata di domani agevolerà l’isolamento di una nuova depressione a largo delle coste della Galizia.

Foto di Ketty D'Amico
Foto di Ketty D’Amico

L’isolamento di questa ciclogenesi a largo delle coste galiziane a sua volta causerà l’attivazione di un richiamo di aria più calda da SO e S-SO, d’estrazione sub-tropicale continentale, che dall’entroterra desertico algerino risalirà sul bacino centro-occidentale del Mediterraneo, causando anche un significativo aumento dei valori di geopotenziale in quota. Soprattutto nell’area fra le Baleari, le coste meridionali francesi e la Sardegna, dove si assisterà ad una maggiore stabilizzazione della colonna d’aria. Ma mentre su buona parte del territorio si verificherà un certo miglioramento al sud e lungo il medio-basso Tirreno continuerà a circolare aria piuttosto umida che determineranno lo sviluppo di annuvolamenti, anche compatti, che potranno dare luogo anche a delle precipitazioni sparse.

34Persino a qualche isolato temporale sul basso Tirreno per la presenza di infiltrazioni di aria più fredda nella media troposfera che creeranno delle zone con un “gradiente termico verticale” più intenso rispetto alle aree circostanti. Una significativa avvezione di umidità nei bassi strati, per un flusso umido da Sud, interesserà anche le coste liguri, ove sin dal mattino di domani si verificherà un consistente aumento della nuvolosità, composta principalmente da nubi del tipo strati e stratocumuli che potranno produrre delle pioviggini e qualche debole pioggia.

12Domenica la depressione in azione a largo delle coste della Galizia tenderà ad approfondirsi ulteriormente sul vicino Atlantico, determinando un graduale inspessimento del “gradiente barico orizzontale” fra la Spagna e i mari ad ovest dell’Italia. Il temporaneo incremento del “gradiente barico orizzontale” favorirà l’attivazione di un flusso pre-frontale da SO pronto a convogliare masse d’aria calde, di origine sub-tropicale continentale, dall’entroterra desertico algerino verso il Mediterraneo centro-occidentale e la Sardegna, causando anche un conseguente aumento dei valori termici.

03L’attivazione di questo flusso caldo pre-frontale, proveniente direttamente dall’entroterra desertico algerino, si elongherà fino all’area alpina e all’Europa centrale, favorendo un allontanamento verso nord del “CUT-OFF” da giorni semi-stazionario sulla Germania. Sulle regioni settentrionali il flusso sud-occidentale, dipanato dalla depressione extratropicale in sviluppo davanti la costa galiziana, tenderà a scorrere al di sopra di un flusso dai quadranti settentrionali presente nei bassi strati, generando un intenso “shear” che alimenterà fenomeni nel corso della giornata festiva.

24PREVISIONI

SABATO 22 OTTOBRE 2016

Al mattino iniziali condizioni di stabilità e clima soleggiato su buona parte delle regioni settentrionali, eccezion fatta per le coste liguri che vedranno un aumento della nuvolosità già dalla mattinata per l’ammassamento di nubi in prevalenza basse e stratificate. Anche sulle regioni centrali ampi spazi di cielo sereno e tanto sole. Solo sulla Sardegna si assisterà ad un aumento della nuvolosità per l’arrivo di velature e nubi medio-alte. Ancora un po’ di nubi e di instabilità sulle regioni meridionali e fra Calabria e Sicilia, con qualche pioggia sulle coste della bassa Campania e Calabria tirrenica. Nubi anche sul settore ionico.

Nel pomeriggio graduale aumento della nuvolosità fra Alpi occidentali, Valle d’Aosta, Piemonte, mentre sulle coste liguri non si potranno escludere neppure delle pioviggini e qualche debole precipitazione. Sempre nel pomeriggio nubi in aumento pure sulla Sardegna, più compatte sulla parte più meridionale dell’isola dove non si escludono possibili deboli precipitazioni in serata. Pomeriggio ancora di instabilità sparsa all’estremo sud e sulla Sicilia, con cieli irregolarmente nuvolosi e rischio di qualche pioggia o isolato rovescio, maggiormente probabile sul settore ionico.

45DOMENICA 23 OTTOBRE 2016

Al mattino progressivo aumento della copertura nuvolosa al nord-ovest con associate le prime piogge tra Liguria, Piemonte, in successiva estensione alla Lombardia e all’Emilia. Anche sulle regioni centrali, a cominciare dalla Sardegna, Toscana e Lazio, si verificherà un sostanziale aumento della copertura nuvolosa che potrà essere accompagnato da qualche precipitazione sull’isola. Al sud annuvolamenti sparsi si alterneranno a maggiori schiarite, con rischio di precipitazioni sulle coste della Calabria tirrenica e Puglia meridionale.

Nel pomeriggio le precipitazioni si estenderanno al Veneto occidentale e al Trentino, andandosi ad attenuare gradualmente a partire dalla serata, anche se i cieli continueranno a rimanere coperti o molto nuvolosi. Dal pomeriggio schiarite anche sulla Sardegna, mentre un aumento della nuvolosità associato a delle precipitazioni sparse interesserà Toscana, alto Lazio e Umbria. Tendenza ad apertura di ampie schiarite dalla sera. Anche al sud e sulla Sicilia ancora residua instabilità con cieli nuvolosi e precipitazioni pronte a bagnare dal pomeriggio Calabria e Puglia meridionale. Lento miglioramento a partire dalla tarda serata.

Prognose_20161021TEMPERATURE

Sono previste in progressivo aumento, rialzo più sensibile da domenica sulla Sardegna.

VENTI

Domani spireranno deboli su tutti i mari, mentre da domenica una moderata ventilazione da SE comincerà ad alzarsi fra il Tirreno, il Canale di Sicilia e l’Adriatico. Sostenuti venti da Nord e N-NE dalla mattinata di domenica investiranno le coste della Riviera di Ponente, specialmente fra l’imperiese e il savonese.

MARI

Si presenteranno da poco mossi a mossi nella giornata di domenica, con ulteriore aumento del moto ondoso dal pomeriggio di domenica sul settore più occidentale del mar Ligure, medio Tirreno a largo e mar di Corsica.