Previsioni Meteo: oggi tempo discreto, domani piogge al Nord

MeteoWeb

Dopo la relativa tregua odierna, saremo alle prese con correnti meridionali umide che da un lato favoriranno condizioni di tempo grigio e piovoso, dall’altro determineranno un rialzo termico che sarà piuttosto evidente fra lunedì e mercoledì quando al Sud e sulle Isole si raggiungeranno locali picchi intorno ai 30 gradi: queste le previsioni del Centro Epson Meteo. La massa d’aria Sahariana, accompagnata dall’Anticiclone Nordafricano, nella seconda parte della prossima settimana verrà sostituita da correnti più fredde settentrionali che causeranno un nuovo calo termico, specie sul versante Adriatico e al Sud dove si passerà repentinamente dal caldo tipico di fine estate al freddo tardo autunnale. A questa fase farà probabilmente seguito, nel successivo weekend, un nuovo rinforzo dell’alta pressione a partire dalle regioni settentrionali e occidentali con un generale ripristino della stabilità accompagnata da temperature relativamente miti, ma anche da possibile formazione di estesi banchi di nebbia.

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

Oggi al Sud e in Sicilia residui effetti della coda della perturbazione in allontanamento, con nubi sparse ma senza precipitazioni di rilievo. Tempo stabile, in gran parte soleggiato al Centronord e in Sardegna, ma con rinforzo delle correnti umide meridionali che saranno causa di un incremento della nuvolosità a partire dal Nordovest e dalla Sardegna; è atteso solo qualche piovasco sulla Liguria centrale e i rilievi piacentini. Le nebbie mattutine presenti nelle valli interne del Centro tenderanno a diradarsi con il passare delle ore. Temperature massime in lieve diminuzione al Nordovest e sul basso Adriatico. Domani cielo da nuvoloso a coperto in tutte le regioni, con locali schiarite al mattino nelle regioni Adriatiche mentre nel pomeriggio le nubi si diraderanno soprattutto in Sardegna e nell’ovest della Sicilia. Piogge o pioviggini in prevalenza deboli e intermittenti nel corso della giornata saranno possibili su buona parte del Nord, Toscana, Umbria, Marche e Lazio con tendenza in serata a una generale attenuazione delle precipitazioni. Qualche spruzzata di neve intorno 1400-1600 metri sulle Alpi occidentali. Al Sud e in Sicilia tempo instabile, con precipitazioni più probabili dapprima sull’Isola, in Calabria e sulla Campania, più tardi si estenderanno anche su Basilicata e Puglia. Non si escludono occasionali temporali. Anche in queste zone i fenomeni si esauriranno verso sera. Temperature minime in sensibile rialzo; massime in calo al Nord, più sensibile al Nordovest dove saranno inferiori alla norma; in rialzo altrove specie sulle Isole dove si toccheranno punte di poco sotto i 30 gradi. Venti di Scirocco in rinforzo, moderati sui mari di Ponente. Per l’inizio della prossima settimana si conferma una breve fase di caldo anomalo, con temperature sopra le medie stagionali. Le regioni meridionali e le due Isole maggiori saranno le prime zone ad essere investite dalla massa di aria calda africana già nella giornata di lunedì: in particolare nei settori occidentali di Sicilia e Sardegna potremo avere picchi anche intorno, o leggermente oltre i 30°C. Martedì questa lingua di aria calda si estenderà a tutto il Sud e parzialmente anche al Centro e, tra martedì e mercoledì, in gran parte del Centro si potranno localmente superare i 25°C, al Sud e Isole si potrebbero sfiorare nuovamente i 30°C. Tra lunedì e martedì si intensificherà lo Scirocco sui mari di Ponente e intorno alle Isole. Nel dettaglio lunedì giornata di relativa tregua, con ancora della nuvolosità a tratti compatta in gran parte del Nord, soprattutto in pianura, con poche piogge o pioviggini a ridosso della Alpi occidentali, tra Liguria, ovest dell’Emilia, Lombardia e alta Toscana; tempo più soleggiato in gran parte del Centrosud. Martedì la coda di una perturbazione atlantica lambirà il Nord per poi interessare più direttamente l’Emilia Romagna e il Centrosud nella giornata di mercoledì dando luogo al suo passaggio a piogge, rovesci e locali temporali. L’aria più fredda che seguirà questa perturbazione a partire da giovedì si riverserà sull’Italia determinando un temporaneo calo delle temperature particolarmente sensibile nelle regioni adriatiche e meridionali. Lo sbalzo termico tra l’inizio della settimana e la fine in queste zone potrebbe essere anche di 15 gradi.