Terremoto Centro Italia: il rombo udito fino a circa 100 km di distanza

MeteoWeb

Il rumore del terremoto più forte della giornata di ieri (magnitudo 5.9, alle 21:18) è stato avvertito dalla popolazione fino ad una distanza di circa 100 chilometri dall’epicentro, nella zona di Ussita, prevalentemente in direzione Nord: lo rende noto Valerio de Rubeis, responsabile del servizio “Hai sentito il Terremoto?“, progetto dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. “I forti terremoti – spiega l’esperto – possono produrre un effetto acustico, in genere di tono molto basso, che viene descritto come un ‘rombo‘ o un ‘muggito’“. “Il fenomeno e’ causato sia dalla vibrazione degli edifici che dal passaggio delle onde sismiche dal terreno all’aria, come se la superficie terrestre agisse allo stesso modo di un grande altoparlante“. “L’effetto acustico prodotto da un terremoto e’ un rumore a bassissima frequenza, al di sotto della soglia di udibilita’ umana. Ma non al di sotto di quella animale. Gli animali, come ad esempio i cani riescono a sentirlo benissimo e prima degli uomini, non a caso si innervosiscono o fuggono“.