Terremoto: suore in fuga dal monastero di clausura di Norcia [VIDEO]

MeteoWeb

La forte scossa che stamani ha fatto tremare Norcia ha fatto anche violare le ferree regole della clausura: un gruppo di suore clarisse, aiutate dai vigili del fuoco, hanno dovuto abbandonare il monastero di Santa Maria della Pace nel centro storico. Monastero duramente colpito dal sisma come anche le centralissime chiese: la basilica di San Benedetto e’ completamente crollata, in piedi e’ rimasta solo la facciata con grosse lesioni. Il tetto della cattedrale di Santa Maria Argentea e’ crollato.
Tra le prime immagini diventate virali, proprio quelle delle suore in fuga, grazie alla diretta di Sky Tg24 da Norcia nei minuti successivi al sisma delle 7,40: si vedono le clarisse emergere dalla nuvola di polvere nella via che divide la sede municipale di Norcia dalla basilica di San Benedetto appena crollata. La piu’ giovane delle religiose arriva correndo in piazza, le altre la seguono affannate: una, la piu’ anziana del gruppo, non ce la fa a passare sopra le pietre e i calcinacci caduti, ma una squadra di vigili del fuoco la solleva e la porta a braccia verso la parte piu’ aperta e sicura della piazza. Li’, sotto la statua di San Benedetto, patrono di Norcia e di tutta Europa, i frati benedettini della basilica stanno pregando, in ginocchio, insieme ad alcuni cittadini scesi in piazza per sfuggire alle scosse.
Sfollate anche le suore Benedettine, pure loro di clausura: dal 24 agosto dormivano nel vano caldaia del loro monastero.