Uragano Matthew, Obama: “Possiamo sostituire le case ma non le vite, siamo ancora in pericolo”

MeteoWeb

Possiamo sostituire le case ma non le vite. Matthew continua a essere un Uragano pericoloso, continua a poter causare danni alle proprietà e possibili alluvioni e le persone devono continuare a seguire quello che dicono le autorità“. Così il presidente americano Barack Obama parlando dallo studio ovale della Casa Bianca ha chiesto ai cittadini americani l’allerta massima per ill passaggio dell’Uragano sulla costa est degli Stati Uniti. “In questo momento ci sono forti preoccupazioni per l’area di Jacksonville fino alla Georgia“, ha detto Obama, sostenendo che proprio questo ultimo stato dovrebbe fare molta attenzione agli sviluppi delle prossime ore. Il presidente infine ha ricordato che la Federal Emergency Management Agency sposterà le risorse che servono, facendo intendere che non è ancora il momento di fare bilanci. “Continuiamo a guardare con attenzione quello che sta avvenendo adesso in aree come Haiti, uno dei Paesi più poveri al mondo, sappiamo che centinaia di persone hanno perso la loro vita, daremo una mano a ricostruire e chiedo agli americani di aiutare queste persone“, ha concluso il presidente.

Il potenziale per un aumento della tempeste, delle inondazioni, della perdita di vite e di gravi danne alle proprietà continua a sussistere – ha sottolineato Obama, parlando dopo che Matthew è arrivato in Florida – e la gente deve seguire le istruzioni delle autorità locali nel corso delle prossime 24, 48 e 72 ore“.