Valanghe, appello degli esperti: “attenzione alle alte quote”

MeteoWeb

Gli incidenti alpinistici occorsi in questi ultimi 10 giorni hanno evidenziato come alle quote molto alte e specie sui pendii con ghiacciai ripidi esposti a nord, il pericolo di provocare Valanghe e’ gia’ presente. Lo dicono gli esperti del servizio prevenzione Valanghe della Provincia di Bolzano. Questo si puo’ spiegare perche’ in queste localizzazioni le nevicate che si sono succedute da inizio ottobre sono rimaste in sede, formando un manto con ancora un esiguo spessore ma con una stratificazione localmente debole. Spesso il forte vento ha formato lastroni anche duri che poggiano su brine o croste formatisi nei giorni precedenti. Gli esperti ricordano che un alpinista esercita sul manto nevoso un forte sovraccarico e che un distacco anche relativamente piccolo, nel caso di salti roccia, crepacci aperti, sassi affioranti, puo’ rappresentare un grosso pericolo.