Alimentazione: ecco la dieta per depurare il fegato e i cibi da evitare

MeteoWeb

Un’alimentazione sana ed equilibrata aiuta il fegato a depurarsi, mantenendosi in salute. Qual è la dieta per depurare il fegato, uno degli organi più importanti del nostro corpo?

Il consumo dei carciofi, ad esempio, favorisce la secrezione biliare e la digestione, depurando il sangue dal colesterolo. Altrettanto importanti le barbabietole, che decongestionano naturalmente il fegato e la colecisti; i pomodori, ricchi di licopene, che aiutano il metabolismo.Tra gli alimenti depurativi per il fegato: il limone, spremuto preferibilmente in acqua calda; il tè verde, contenente la maggiore quantità di antiossidanti, i polifenoli; il riso integrale.

FEGATODa consumare le Crucifere (cavoli, cavolfiori, broccoli, cavoletti di Bruxelles), contenenti un’elevata quantità di composti dello zolfo, ricchi di glucosinati, che aiutano il fegato a produrre gli enzimi di cui ha bisogno per i processi di disintossicazione. Si a orzo e cereali integrali, così come all’olio extravergine d’oliva e alla frutta secca, in particolare le noci.Tra gli alimenti depurativi: la frutta, rica di antiossidanti, specie prugne, pompelmo, mirtilli rossi, arance, mele, pere, papaya e avocado), il pesce, ricco di omega 3(sgombri, sardine, merluzzo) e la preziosa insalata verde in foglie (cicoria, songino, crescione), aglio e cipolle e le buonissime e versatili carote, oltre ai salutari spinaci.

FEGATO 1Da evitare: zuccheri semplici (dolci, caramelle, bibite zuccherate); grassi saturi (formaggi grassi, insaccati, fritture), snack e panini, bevande alcoliche.Ricordate di bere molta acqua (almeno 1 litro e mezzo al giorno) e sbizzarritevi nella preparazione di tisane (es. a base di rosmarino, tarassaco).Come accorgersi che è giunto il momento di depurare il fegato? Prestando attenzione ai segnali che il corpo ci manda. Attenzione dunque a: spossatezza, disturbi digestivi, stitichezza/dissenteria, inappetenza, sovrappeso/deperimento, nausea, ipercolesterolemia.