Brindisi: sbranato dai cani in campagna, grave un pakistano salvato da un agricoltore

MeteoWeb

E’ ricoverato in prognosi riservata all’ospedale ‘Perrino‘ e ha già subito alcuni interventi di ricostruzione plastica chirurgica il cittadino pakistano di 44 anni, aggredito a morsi da due grossi cani neri, di probabile razza Corso, ieri pomeriggio in contrada San Giorgio, vicino alla masseria omonima nei pressi di Brindisi. Ad interrompere l’aggressione da parte dei due animali, che lo stavano letteralmente sbranando, è stato un agricoltore che si è accoro dell’uomo riverso per terra seminudo.

Accanto a lui i due animali che infierivano. L’agricoltore ha cominciato a suonare il clacson per attirare l’attenzione dei cani verso la sua vettura e distoglierli dalla vittima. E infatti ci è riuscito. I due cani si sono allontanati e lui ha potuto chiamare l’ambulanza del 118 e le forze dell’ordine. Il pakistano è stato ricoverato in codice rosso. L’uomo è incensurato in possesso di un permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Caltanissetta.

Non è chiaro cosa stesse facendo il cittadino pakistano da quelle parti. Gli agenti delle Volanti stanno indagando per capire se i due cani di grossa taglia, che non sono stati ancora trovati, siano randagi oppure se siano sfuggiti da qualche casa di campagna. Gli animali vengono ricercati perché comunque pericolosi. Sul posto sono stati recuperati gli effetti personali della vittima: brandelli di vestiti, auricolari, carica batteria.