Elezioni USA, Donald Trump presidente: Legambiente, “ora è in discussione la leadership della lotta ai cambiamenti climatici”

MeteoWeb

Adesso abbiamo bisogno, ancora di più, di un’Europa forte e convinta perché la leadership della lotta ai cambiamenti climatici presa dagli Stati Unita ora è fortemente messa in discussione“. Così all’Adnkronos Rossella Muroni, presidente nazionale Legambiente, commenta gli esiti del voto Usa. “Ora sarà ancora più importante far crescere il consenso sociale e un’alleanza con le aziende – sottolinea Muroni – che sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici possono portare innovazione, economia e posti di lavoro, visto che su questa vittoria di Trump ha pesato molto una crisi economica non risolta“. Le posizioni di Trump su ambiente ed energia “sono un incubo – continua la presidente di Legambiente – l’affermazione che ogni conquista va difesa sempre e comunque perché non è mai definitiva. C’è un arretramento culturale totale e anche il disconoscimento di tutto ciò che è analisi scientifica dei dati di questi anni“. “Dal punto di vista delle questioni ambientali è davvero una situazione critica – aggiunge – e siamo molto preoccupati anche per quanto riguarda gli equilibri internazionali, l’uso della forza, la politica estera. Tante le questioni in ballo. Continuare a dire che il petrolio è l’energia del futuro è davvero fuori dalla storia“. Rispetto agli accordi sul clima “un passo indietro formale credo che non sia possibile, ma si rischia l’immobilità. Ora – conclude Muroni – avremo bisogno di un’Europa in grado di riscoprire il suo ruolo di guida culturale e politica per cercare in qualche modo di bilanciare questo rischio immobilità da parte degli Usa”.