Esplosione a Firenze, crolla abitazione: si temono vittime sotto la macerie [LIVE]

MeteoWeb

Vigili del fuoco e forze dell’ordine stanno intervenendo in via Villamagna a Bagno a Ripoli, alla periferia di Firenze, per il crollo di un immobile, causato forse da un’esplosione. Si temono persone sotto le macerie.

Salve le due bimbe e il padre da sotto le macerie in seguito all’esplosione di una palazzina in via di Villamagna, nel comune di Bagno a Ripoli, alle ore ore 20.33, per cause in fase di accertamento. Si cerca ancora la madre. La Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze è stata attivata dai vigili del fuoco per supporto alle attività di soccorso. “In particolare – avverte Angelo Bassi, consigliere delegato della Metrocittà alla Protezione civile – la Sala ha preallertato il posto medico avanzato e le proprie strutture operative, in raccordo con il Comune di Bagno a Ripoli, con il Centro intercomunale Arno Sud Est, con il 118, Regione e Prefettura. Abbiamo inviato un funzionario sul posto per i collegamenti”. Il consigliere delegato alla Protezione civile Angelo bassi sta raggiungendo il luogo dell’evento. Nel frattempo sono state estratte dalle macerie tre persone, tra cui due bambini, e sono tutte vive. La villetta a due piani, a causa di una fuga di gas, è crollata dopo un’esplosione. L’abitazione è la residenza di una famiglia di 4 persone, marito, moglie e due bimbe di 6 e 8 anni. Le bimbe e il padre sono stati estratti vivi ma ustionati. Si sta cercando la donna.

Avrebbero riportato ustioni e una sospetta intossicazione l’uomo e le due figlie, 7 e 10 anni, coinvolti nel crollo della loro abitazione a Bagno a Ripoli (Firenze). Sarebbero comunque tutti coscienti. E’ quanto si apprende da fonti sanitarie. Al momento sono in corso le ricerche della madre delle due bambine. Il padre e’ stato trasportato all’ospedale di Careggi, le due piccole dovrebbero entrambe andare al pediatrico Meyer. La casa interessata dall’esplosione, una villetta unifamiliare, pianterreno e primo piano, e’ completamente crollata spiegano i vigili del fuoco. Sul posto sono intervenuti, oltre ai sanitari inviati dal 118, carabinieri e anche personale della protezione civile della Citta’ metropolitana di Firenze.

Il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, riferisce su Twitter che “La #protezione civile della Cittá Metropolitana è giá sul luogo del crollo della casa a Bagno a Ripoli”. “In particolare – avverte Angelo Bassi, consigliere delegato della Metrocittá alla Protezione civile – la Sala ha preallertato il posto medico avanzato e le proprie strutture operative, in raccordo con il Comune di Bagno a Ripoli, con il Centro intercomunale Arno Sud Est, con il 118, Regione e Prefettura. Abbiamo inviato un funzionario sul posto per i collegamenti”.