Salute: lombardo il 20% del sangue raccolto e trasfuso

MeteoWeb

Il sistema trasfusionale lombardo, coordinato dall’Areu (Azienda regionale emergenza-urgenza), è oggi “una realtà di grande rilievo a livello nazionale: rappresenta circa il 20% di quello italiano, per quanto riguarda il sangue raccolto e i pazienti trasfusi“. Lo ha sottolineato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, intervenendo agli Stati generali del Sistema trasfusionale lombardo, organizzati oggi a Palazzo Lombardia da Areu e Avis Lombardia. “Nel 2015 – ha sottolineato Gallera – sono state raccolte quasi 475.000 unità di sangue intero, di cui il 67% circa dai Servizi di immunologia e medicina trasfusionale, e il 33% dalle Unità di raccolta sul territorio. La programmazione regionale, attraverso la valorizzazione e l’integrazione di tutti gli attori coinvolti nel processo donazione/trasfusione, non solo ha portato la nostra regione alla piena autosufficienza di sangue ed emocomponenti, ma anche a elevati livelli di qualità e sicurezza a tutela dei riceventi e dei donatori“. “Insostituibile -ha concluso Gallera- è il ruolo svolto dall’associazionismo rappresentato dai donatori lombardi, quali attori fondamentali del Sistema e nodi essenziali della rete trasfusionale, in sinergia con le istituzioni regionali e con le articolazioni territoriali del sistema socio-sanitario regionale ai quali vanno i nostri più sentiti ringraziamenti“.