Terremoto, la nuova alba di Camerino: gli studenti tornano in classe dopo la scossa

MeteoWeb

Oggi, a Camerino, sono tornati sui banchi tutti gli studenti delle scuole cittadine: dai bambini del nido ai maturandi. “Abbiamo scelto di ricominciare tutti e tutti insieme perche’ un cammino cosi’ importante come quello che abbiamo intrapreso – ha detto il sindaco Gianluca Pasqui – non poteva che iniziare in condivisione e con il ritorno a scuola”. “E’ stato importante, per me – ha proseguito Pasqui – e l’amministrazione comunale, essere riusciti grazie alla straordinaria collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, a tornare in aula senza particolari modifiche di orari, doppi turni e soprattutto senza soluzioni di fortuna. Possiamo contare su strutture assolutamente sicure e, anche se abbiamo dovuto stringerci un po’, questo e’ quello che conta”. Importante e’ stata per il ritorno in classe la sinergia con i dirigenti scolastici, la Provincia di Macerata, Contram s.p.a., che ha garantito i trasporti anche per coloro che sono ospitati sulla costa, e le famiglie dei ragazzi. Solo una piccolissima percentuale di alunni ha scelto di iscriversi altrove e di questa piccola percentuale molti torneranno a Camerino gia’ da gennaio. “Abbiamo radici che si estendono ma che di certo non si estirpano – ha concluso il sindaco – e questa certezza e’ la migliore base per tutti noi che oggi a vario titolo siamo chiamati a ripensare il futuro della nostra citta’ e del nostro territorio”. Questa mattina Pasqui ha portato personalmente un saluto in tutte le classi delle scuole camerti; un saluto che e’ arrivato anche dai ministri Giannini e Poletti che, insieme all’assessore regionale Loretta Bravi, hanno voluto un collegamento in diretta streaming con Camerino dal Job&Orienta di Verona.