Terremoto, referendum: gli sfollati voteranno nel comune di dimora

MeteoWeb

Gli sfollati del terremoto che ha colpito il Centro Italia, temporaneamente alloggiati in comuni diversi da quelli di residenza per motivi di inagibilità della propria abitazione o per provvedimenti di emergenza – si legge nel decreto legge sul sisma, pubblicato ieri sera sulla Gazzetta Ufficiale – potranno votare il referendum del 4 dicembre nel comune di dimora. Gli elettori dovranno far pervenire apposita domanda al sindaco del comune di dimora entro il 29 novembre, autodichiarando la propria condizione di sfollato e allegando copia del documento e della tessera elettorale. Gli elettori residenti nei comuni colpiti dal terremoto potranno votare nei comuni vicini, previa attestazione del sindaco di residenza al comune dove si potrà votare.