Tornado Ladispoli, il sindaco: i feriti salgono a 22, “chiederemo lo stato di calamità”

MeteoWeb

A mezzogiorno – spiega il sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta all’ANSA – ci sara’ una giunta straordinaria per chiedere alla Regione lo stato di calamita’ naturale, e quindi supporto per il ripristino e la ricostruzione di quanto e’ andato distrutto. Il presidente Zingaretti si sta interessando personalmente, siamo in contatto da ieri“. “E’ andato distrutto l’approdo dei pescatori, una gru, centinaia di alberi e lampioni sono caduti, due scuole sono danneggiate. Centinaia di migliaia di euro di danni solo per il patrimonio pubblico, senza contare i danni ai privati cittadini, a macchine e abitazioni“. “Oggi tutte le scuole sono chiuse. Domani riaprono tranne due del quartiere Cerreto che e’ stato attraversato completamente dalla tromba d’aria. Questi istituti hanno riportato problemi a infissi e finestre. Stasera, inoltre, una famiglia dormira’ fuori a nostre spese in albergo: era quella che alloggiava nell’abitazione al settimo piano a cui e’ saltata una parete“.

I feriti sono saliti a 22 di cui 20 sono rientrati a casa, uno e’ in osservazione a Civitavecchia e uno al San Filippo Neri. Quest’ultima situazione era la piu’ critica perche’ l’uomo era stato sbattuto contro una vetrina e si era tagliato in diverse parti del corpo. Ma fortunatamente nessuno e’ in pericolo di vita“.