Un fronte freddo “anabatico” alla deriva verso la Grecia e l’est Europa [LIVE]

MeteoWeb

Sono davvero meravigliose, soprattutto dal punto di vista più squisitamente didattico, le immagini fornite nella giornata odierna dalle moviole satellitari che vedono l’allontanamento verso la Grecia e i Balcani del fronte freddo che nella serata di ieri ha interessato le nostre regioni meridionali, dispensando piogge, rovesci e temporali sparsi. Si nota distintamente come i corpi nuvolosi al traverso di questo fronte tendano a muoversi perfettamente in parallelo con la stessa linea del fronte freddo, risalendo molto velocemente da sud verso nord, dal bacino centro-orientale del Mediterraneo fino alla Grecia, la Bulgaria, la Romania, la Moldavia, arrivando in direzione dell’Ucraina occidentale, la Bielorussia e il sud-ovest della Russia europea.

ultimaMuovendosi gradualmente verso levante questo fronte freddo tende ad assumere sempre maggiori caratteristiche “anabatiche”, come ben evidenziato dagli ultimi loops satellitari che fanno vedere come il ramo ascendente del “getto polare”, con il “Jet Streak” a seguito, si sia disteso al traverso del suddetto fronte. In genere, nella meteorologia dinamica, un fronte freddo si dice “anabatico” allorquando il “getto” in quota scorre parallelamente al fronte freddo nel settore pre-frontale.

IRT_pubMentre nel caso in cui il “getto” e il fronte freddo siano perfettamente ortogonali fra di loro allora useremo il termine di “split front”. Seppur solo in parte un po’ smorzato dal promontorio anticiclonico presente sul nord della Russia, nel corso delle prossime ore questo fronte freddo “anabatico” tenderà molto lentamente ad evolvere verso est, portando molte nubi e delle piogge che interesseranno a macchia di leopardo il nord della Grecia, la Bulgaria e la Romania, per poi risalire fino alla Moldavia e all’ovest dell’Ucraina.
Ecco le pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale: