Veronesi, Exit Italia: le sue idee laiche vivranno per sempre

MeteoWeb

“Le idee laiche di Veronesi in tema di eutanasia e testamento biologico non moriranno con lui. Continueranno a vivere, così come la sua Fondazione e il suo Istituto, esattamente come accade per i personaggi di un tale spessore, il cui pensiero va oltre la morte”. Così all’Adnkronos Salute Emilio Coveri, presidente di Exit Italia, l’Associazione italiana per il diritto a una morte dignitosa che indirizza gli italiani su come ottenere il suicidio assistito in Svizzera, che “non teme di perdere un ‘testimonial’ importante con la dipartita del celebre oncologo, da sempre schierato a favore dell’autodeterminazione anche nel fine vita”. Veronesi “era nostro socio onorario – aggiunge Coveri – siamo molto dispiaciuti per la sua morte, ma come mente insigne e rispettabile sotto tutti i punti di vista, le sue idee gli sopravviveranno, come avvenuto ad esempio per Indro Montanelli. Amato e odiato, ha sempre dichiarato la necessità di rispettare la libertà di scelta delle persone, affermando che se abbiamo un diritto alla vita abbiamo anche un diritto alla morte e ci deve essere riconosciuto il potere di decidere il quando e il come della nostra morte, disse una volta in televisione. Noi mandiamo spesso in onda quelle dichiarazioni alle nostre manifestazioni: in queste parole Veronesi ha espresso tutto il suo animo di persona saggia e soprattutto di medico”.