Veronesi: il Senato lo ricorda e osserva un minuto di silenzio

MeteoWeb

In apertura di seduta, l’Aula del Senato ha ricordato questa mattina la figura di Umberto Veronesi, che fu anche senatore dal 2008 al 2011, quando lasciò il seggio per ricoprire l’incarico di presidente dell’Agenzia per la sicurezza nucleare. “Il suo contributo intellettuale e la sua ampia produzione saggistica -ha sottolineato tra l’altro Maurizio Gasparri -vicepresidente e presidente di turno dell’Assemblea- sono stati orientati a favorire un approccio razionale alla ricerca, in linea con la sua formazione laica. Da tutti è riconosciuta la sua capacità di unire alla competenza medica un tratto di garbata signorilità, propria di un uomo che ha contribuito alla cura e alla salvezza di tantissimi pazienti”. “Il suo lascito intellettuale è rappresentato dall’ultimo messaggio reso noto ieri dalla Fondazione omonima: ‘Andate avanti, perché il mondo ha bisogno di scienza e ragione’. Raccogliendo idealmente questa esortazione dell’uomo, prima ancora che dello scienziato, il Senato della Repubblica si unisce al dolore della famiglia e della comunità scientifica”. L’Aula ha quindi osservato un minuto di silenzio prima di rivolgere un applauso alla memoria dello scienziato.