A Natale cuore più debole: aumentano le morti per infarto, e non a causa del freddo

MeteoWeb

Nel periodo delle feste natalizie aumentano le morti per malattie cardiache, e il motivo non è il freddo. Lo afferma uno Studio pubblicato dal Journal of the American Heart Association, secondo cui l’aumento e’ piccolo ma significativo, sopra il 4%. Un aumento della mortalita’ legato alle feste e’ stato notato da diversi studi anche negli Stati Uniti, spiegano gli autori dell’universita’ di Melbourne, ma la coincidenza con il periodo invernale rende difficile verificare i diversi contributi. Per ovviare al problema, nello Studio e’ stata esaminata la mortalita’ tra il 25 dicembre e il 7 gennaio in Nuova Zelanda, in cui la festa capita d’estate, tra il 1988 e il 2013, per un totale di quasi 740mila morti. Dallo Studio e’ emersa una mortalita’ per problemi cardiaci aumentata del 4,2%, con un’eta’ media di 76,2 anni, mentre nel resto dell’anno e’ 77,1. “Ci sono diverse possibili teorie per il fenomeno – affermano gli autori -, che vano dallo stress emotivo legato alle vacanze ai cambiamenti nella dieta e nel consumo di alcol alla presenza di meno personale medico negli ospedali. Un’altra spiegazione e’ che in questo periodo si tende a viaggiare, e trovarsi lontani dalle proprie strutture sanitarie di riferimento puo’ portare a un ritardo nella ricerca di assistenza. Quella che si puo’ escludere e’ l’influenza della temperatura“.