Alluvioni, sindaci di Ponente: “servono tranquillità e fondi”

MeteoWeb

In questo momento chiediamo tranquillità e forze economiche, che i Comuni non hanno, per interventi di messa in sicurezza del territorio“. E’ quanto hanno chiesto i sindaci dei territori colpiti dal maltempo a fine novembre durante il sopralluogo della regione. “Il nostro è uno dei paesi maggiormente colpiti – ha spiegato Renato Adorno, sindaco di Rezzo – e abbiamo ancora molti problemi su strade e acquedotti. Non abbiamo neppure la certezza di poterci muovere liberamente, perche’ in caso di allerta gialla, tutte le strade potrebbero chiudersi“. Presente anche il sindaco Piero Pelassa, di Mendatica, la cui frazione Monesi rischia di essere trascinata a valle da un gigantesco movimento franoso, una paleo frana. “Il nostro e’ stato un disastro – ha affermato -. Ora ci vuole un lungo periodo di studio, per capire la evoluzione di questa frana e cosa si nasconde nel sottosuolo. Abbiamo anche affidato l’esecuzione di alcuni sondaggi e serve molta pazienza, per vedere come comportarsi e che interventi portare a termine”. Il sopralluogo della Giunta regionale e’ avvenuto in frazione Lavina di Rezzo.