Capodanno: a Bologna attese oltre 25mila persone per bruciare il “Vecchione”

MeteoWeb

Per il capodanno a Bologna, l’appuntamento è come sempre in piazza Maggiore, dove, allo scoccare della mezzanotte si accenderà il tradizionale rogo del Vecchione, un personaggio che rappresenta l’anno appena passato che ogni anno ha un aspetto diverso ed è realizzato da un diverso artista. Quest’anno avrà le fattezze di un gigantesco soldatino alto 10 metri, disegnato da Andrea Bruno e intitolato ‘L’Ussaro’. La realizzazione del Vecchione è curata dalla società carnevalesca Volponi di San Matteo della Decima, con il coordinamento di Livio Rimondi e la collaborazione di gruppi volontari della società e del paese. Il capodanno in piazza Maggiore negli ultimi anni ha raccolto la partecipazione di oltre 25.000 persone e quest’anno ci si aspetta un afflusso non inferiore. La festa comincerà alle 22 e 30, con la musica di Nas 1 e DJ Rou che suoneranno affacciati dal Palazzo del Podestà. Entrambi classe ’89, da tempo propongono in giro per il mondo un mix di house, funky e soul, passando da vibrazioni techno e fusion. Quest’anno il tema di capodanno a Bologna è il circo. Il nuovo format, realizzato grazie al sostegno di Ascom con Unindustria e LegaCoop, e con la collaborazione di Bologna Welcome, mette in calendario eventi dal 26 dicembre a inizio gennaio, disseminati in vari luoghi della città. Il titolo è ”Alla Rovescia. Il lungo capodanno a Bologna. Numeri, fuochi, acrobazie, spettacoli e visioni a faccia in su”. Al giardino della Montagnola, andranno in scena gli spettacoli realizzati dalla compagnia Ca’Luogo d’Arte. Dal 28 al 31 dicembre, un grande guscio colorato a strisce rosse e gialle ospiterà le repliche di ‘Un canto di Natale’ tratto dal racconto omonimo di Charles Dickens.