Capodanno: ecco come combattere il mal di testa del giorno dopo

MeteoWeb

Dormire poco, mangiare e bere tanto, e il giorno dopo, con alta probabilità ci si sveglierà con un gran mal di testa. E’ questo uno degli effetti collaterali del Capodanno, quasi assicurato. L’alcool ha diversi effetti: diuretico, con effetto disidratante, bocca secca ed eliminazione di elementi essenziali come il potassio, con senso di spossatezza; ipoglicemico, con diminuzione dei livelli di glucosio e conseguente stanchezza; dilatante, con aumento del lume dei vasi sanguigni che tra l’altro da’ luogo all’effetto “occhi ignettati di sangue”; tossico, per la formazione della aldeide formica e altre sostanze nocive, che inducono mal di testa e nausea.

Che fare, dunque? Secondo Primo Mastrantoni, segretario di Aduc, l’Associazione per i diritti degli utenti e consumatori, occorre reidratare l’organismo “con bevute di… acqua. Anche il latte e’ utile perche’ reintegra gli elementi minerali e, cosi’ sostengono alcuni scienziati, le uova, che contengono un amminoacido, la cisteina, la quale aiuta ad eliminare le tossine. Il caffe’, vasocostrittore e tonico, puo’ aiutare a sentirsi meglio. Quello che consigliamo appena alzati con il mal di testa, e’ un bel bicchiere di latte e gelato (acqua, zucchero e minerali), banana (potassio), caffe’ (caffeina) e in aggiunta un bell’uovo fresco (cisteina). Il tutto ben frullato“.