Cina: pubblicato il piano quinquennale per aria, acqua e suolo più puliti

MeteoWeb

Il Consiglio di Stato cinese ha pubblicato il piano nazionale di miglioramenti sul fronte ambientale del 13° Piano Quinquennale (2016-2020), definendo gli obiettivi per migliorare la qualità di aria, acqua e suolo. Il piano fissa gli obiettivi di uno stile di vita più ecocompatibile, una considerevole riduzione dei maggiori inquinanti, un controllo effettivo dei rischi ambientali e un sistema di rilevamento ecologico entro il 2020. Per raggiungere questi obiettivi, il Consiglio di Stato ha chiesto a Pechino, Tianjin e Hebei, così come alle Regioni della cintura economica lungo il fiume Yangtze di tracciare una linea rossa, o linea di fondo, per la protezione ambientale entro il 2017 mentre altre aree dovrebbero fissare tale limite entro la fine del 2018. Il consumo di carbone, che è la maggior fonte di inquinamento in Cina, sarà strettamente controllato. Secondo il piano, Pechino, Tianjin, Hebei, Shandong, le Regioni lungo il Fiume delle Perle e il delta dello Yangtze, e le 10 città con la peggior qualità dell’aria dovrebbero ottenere una riduzione nel consumo di carbone. Più nel dettaglio, l’uso del carbone a Pechino, Tianjin, Hebei, Shandong, Henan e nelle Regioni lungo il delta del Fiume delle Perle dovrebbero ridurlo di circa il 10% nel periodo 2016-2020, mentre a Shanghai, Jiangsu, Zhejiang e Anhui il taglio dovrebbe essere del 5%.