Doping, ministero della Salute: 3,3% gli atleti positivi ai controlli

MeteoWeb

Sono 427 gli atleti italiani sottoposti a controlli antidoping nei primi otto mesi del 2016. Di questi 14 sono risultati positivi a sostanze vietate. Tutti uomini ad eccezione di una sola atleta di sesso femminile. E’ quanto emerge dal Report dei controlli anti doping effettuati dalla Sezione per la vigilanza e il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive del Comitato tecnico sanitario del ministero della Salute.
I controlli hanno riguardato 105 manifestazioni sia delle Federazioni sportive nazionali e delle discipline sportive associate che degli Enti di promozione sportiva, relative a ciclismo, atletica, calcio e nuoto. Gli atleti sottoposti a controlli antidoping sono stati 427 (331 maschi e 96 femmine) con un età media di 30,7 anni (30,8 i maschi e 30,3 le femmine). In 134 hanno meno di 24 anni, 97 oltre 39. Dei 427 soggetti controllati 14 (il 3,3%) sono risultati positivi a una o più sostanze vietate per doping: quasi tutti uomini (92,9%) a eccezione di una sola atleta di sesso femminile (7,1%).
Tutti gli atleti risultati positivi hanno assunto una o due sostanze vietate. La percentuale più elevata di principi attivi rilevati ai controlli antidoping appartiene alle classi dei corticosteroidi (41,2) e a seguire gli stimolanti (17,6%). In 93 manifestazioni i controlli si sono svolti regolarmente (88,6%), in 12 casi non sono stati portati a termine (11,4%). (AdnKronos)