Qui Foundation e City Harvest insieme contro gli sprechi alimentari

MeteoWeb

Italia e Regno Unito si alleano per combattere lo spreco di cibo e la fame nel mondo. Qui Foundation, Onlus nata a Genova nel 2007 e attiva contro gli sprechi alimentari, ha stretto una partnership con City Harvest London, la più grande organizzazione presente a Londra nella ridistribuzione del cibo.
Il gemellaggio appena firmato tra Qui Foundation e City Harvest prevede una collaborazione tra le due realtà per condividere best practices e piani d’azione contro gli sprechi alimentari nei rispettivi paesi, Italia e Regno Unito. L’alleanza tra le due organizzazioni permetterà loro di operare in modo più efficiente verso obiettivi comuni: localizzare gli sprechi alimentari, ridistribuirli e sensibilizzare sul tema della fame.
City Harvest London è la più grande organizzazione con sede a Londra, che si occupa di raccogliere e donare il cibo eccedente di supermercati e ristoranti. I City Harvest evitano, ogni settimana, che 6 tonnellate di eccedenze alimentari finiscano nelle discariche: il cibo ancora sano viene invece inviato a oltre 130 enti di beneficenza che le consegnano alle persone che si trovano in stato di difficoltà. Dal 2014, l’organizzazione è cresciuta rapidamente nella sua missione, che prevede la riduzione della fame, facendo incontrare chi spreca con chi ha invece bisogno.
Simile, nella mission e nei valori, il lavoro di Qui Foundation che, attraverso il progetto Pasto Buono, recupera e distribuisce ai principali enti caritativi d’Italia le eccedenze alimentari dei locali che hanno aderito al suo progetto, dandoli ai bisognosi.
L’alleanza tra City Harvest e QUI Foundation costituisce un precedente per una maggiore cooperazione internazionale tra le organizzazione che operano contro un tema di rilevanza globale.
“Siamo particolarmente felici di avviare questa nuova partnership con City Harvest Londra a ridosso delle festività natalizie –commenta Gregorio Fogliani, presidente di Qui Foundation. – Con questo accordo Qui Foundation conferma ancora una volta la sua ferma volontà di fare rete anche a livello internazionale contro lo spreco alimentare. Ed è ancor più significativo che, in un periodo in cui molti desiderano costruire muri e barriere, la nostre realtà si dimostrino capaci di dare vita a efficaci ponti nel dialogo e nell’impegno per il bene della società e degli ultimi”.
A ribadire l’importanza dell’alleanza tra Italia e Regno Unito, anche il ceo di City Harvest, Laura Winningham: “E’ di importanza fondamentale -spiega- fare squadra per risolvere il problema dilagante della fame e degli sprechi alimentari. Condividere idee, tecnologia ed esperienza permetterà di risolvere questi problemi in modo più rapido e più efficiente. Ci auguriamo che altre organizzazioni si uniscano in questa nostra missione”. (AdnKronos)