Governo Gentiloni, rebus per il Ministero dell’Ambiente: la grande sfida del Clima e soprattutto il Piano “Casa Italia”

MeteoWeb

Il nuovo governo Gentiloni avrà di fronte grandi e importanti sfida per il settore di clima e ambiente. Per il Ministero dell’Ambiente, un dicastero chiave per l’impegno internazionale sul Clima dopo l’accordo di Parigi, non è ancora chiaro se verrà confermato il Ministro Gian Luca Galletti o se Gentiloni nominerà una nuova figura: molto dipenderà dai nuovi assetti politici della maggioranza. Di certo, però, non cambierà il contenuto del Governo che proprio con Gentiloni, da Ministro degli Esteri, fino ad oggi è stato tra i principali sostenitori internazionali dell’impegno per diminuire le emissioni inquinanti e tentare di porre un freno al global warming. Su questo, Gentiloni e Galletti hanno lavorato insieme vista l’esigenza di sinergie tra il Ministero dell’Ambiente e il Ministero degli Esteri, quindi si potrebbe ipotizzare una riconferma.

progetto casa italia 03Ma la sfida più grande è quella del terremoto. Non solo la ricostruzione del Centro Italia colpito dal sisma, ma soprattutto il “Piano Casa Italia” lanciato dall’ormai ex premier Renzi in collaborazione con l’architetto Renzo Piano. Si tratta di un progetto molto importante e ambizioso, un progetto di prevenzione antisismica molto apprezzato in tutti gli ambienti scientifici, volto a mettere in sicurezza tutti gli edifici italiani con un lavoro a tappeto nei prossimi anni, a partire dalle zone (note) a più alto rischio sismico.

progetto casa italiaUn progetto tanto importante quanto difficile, non solo da un punto di vista politico ma anche culturale perchè va a combattere l’atteggiamento fatalista con cui la popolazione è abituata a relazionarsi con i rischi naturali, soprattutto nel Sud del Paese. Un progetto così ambizioso e difficile che richiederebbe governi forti, stabili e uomini importanti. Il rischio concreto è che dopo l’addio di Renzi, rimanga tristemente anche questa una grande incompiuta. E sarebbe un vero peccato.