Morto William Salice, “padre” dell’ovetto Kinder

MeteoWeb

Addio al papà dell’ovetto Kinder. È morto ieri sera William Salice, storico collaboratore di Michele Ferrero, a fianco del quale ha lavorato per 46 anni contribuendo alla nascita del marchio Kinder e di prodotti iconici tra i quali l’ovetto di cioccolato con sorpresa, i cioccolatini Rocher e i Pocket Coffee. La conferma arriva dalla fondazione Color Your Life che Salice aveva fondato a Loano e del quale era presidente.

William non era uomo dalle mezze misure – confida all’Adnkronos Renata Crotti, la più cara amica di Salice, rimastagli accanto fino alla fine -. Per me è stato un grande amico e un grande uomo; era capace di contagiare chi lavorava con lui coinvolgendolo in maniera totalizzante“. Di lui “ho apprezzato l’affidabilità e l’impegno oltre che la passione e la creatività di cui dava prova ogni momento“. Valori, questi, che “ha generosamente trasmesso a tutti quelli che hanno avuto la fortuna di stargli accanto“.

Nato a Casei Gerola, in provincia di Pavia, il 18 luglio 1933, William Salice si è spento intorno alle 20.30 di ieri alla clinica Maugeri di Pavia, dove era ricoverato a causa di una malattia che lo aveva colpito tempo fa. Accanto a lui, nella sua stanza d’ospedale, la sciarpa dell’Inter, di cui era un tifoso sfegatato, una foto scattata all’Expo di Milano insieme ai ‘color’, i ragazzi della sua fondazione e un poster che lui stesso aveva fatto realizzare con l’immagine del mondo tempestato di prodotti Ferrero e due frasi a circondare il globo: la prima, ‘Michele Ferrero, il genio: è stato un onore e un privilegio aver lavorato con lui per 40 anni’, la seconda ‘un casino d’amore’, un’espressione che aveva usato rispondendo a Renata Crotti all’ennesimo annuncio di una visita di amici, arrivati da tutto il mondo per stargli vicino. (AdnKronos)