Natale, Codacons: spese in calo, giro di affari da 9.8 milioni

MeteoWeb

Dopo l’incremento registrato lo scorso anno, tornano al segno ‘meno’ i consumi natalizi. Lo afferma il Codacons, che ha realizzato il monitoraggio ufficiale sulla propensione alla spesa delle famiglie italiane durante le feste di Natale. Si registra al momento una forte preoccupazione da parte dei consumatori circa il futuro del paese, che si riflette in modo diretto sugli acquisti natalizi – spiega il Codacons – Dal campione di indagine è emerso infatti che la spesa delle famiglie relativa al Natale 2016 subirà una leggera flessione rispetto allo scorso anno, attorno al -2%, portando la spesa procapite, omni comprensiva di regali, spese per la casa, alimentari, viaggi, ecc., ad una media di 164,5 euro. Il giro d’affari del Natale 2016 quindi, prevede ancora il Codacons, si aggirerà attorno ai 9,8 miliardi di euro. Non tutti i settori, però, sanno interessati dalla contrazione degli acquisti: il comparto alimentare anche quest’anno farà la parte del leone; qui gli italiani contano di spendere 2,8 miliardi di euro (1 miliardo solo per carne e pesce, 500 milioni di euro per dolciumi). I consumi saranno stabili o in leggero aumento anche per l’hi-tech e i giocattoli, mentre sul fronte della spesa soffriranno in modo particolare abbigliamento e calzature (-5%), addobbi per la casa (-3%) e viaggi (-7%). “I consumi delle famiglie rispecchiano lo stato di incertezza che caratterizza al momento il futuro del paese – spiega il presidente Carlo Rienzi – Gli italiani non rinunciano al Natale e alla tradizione, ma sembrano orientati ad una particolare attenzione negli acquisti e a ridurre la spesa complessiva, in attesa di tempi migliori“.