Premio “Giornalisti per la Sostenibilità”: appuntamento il 16 dicembre a Roma

MeteoWeb

L’ambiente fa notizia? L’appuntamento è per il 16 dicembre, a Roma presso la Lumsa (Aula Magna, Via Borgo Sant’Angelo 13), durante il 3° Forum nazionale “Ambiente tra informazione, economia e politica” in cui verrà presentato il Rapporto 2016 “L’informazione ambientale in Italia”, promosso da Pentapolis Onlus.

L’incontro annuale riporta l’attenzione sulla necessità di un’adeguata informazione ambientale, strumento fondamentale per aumentare la consapevolezza e l’interesse dell’opinione pubblica, ma non solo, su tali tematiche. Nel corso della mattinata verrà conferito il Premio Giornalisti per la Sostenibilitàa quei professionisti che si sono distinti per l’attenta divulgazione del green.

L’Osservatorio Eco-Media – spiega il presidente Massimiliano Pontillo vuole stimolare coloro che governano il settore dei media, ossia i grandi editori, affinché le tematiche “eco” non continuino ad essere relegate alle emergenze e ai disastri naturali ma abbiano uno spazio costante e siano più connesse con le questioni economiche. Si produrrebbe così un circolo emulativo virtuoso a tutti i livelli e un’attenzione maggiore del decisore pubblico”.

Per illustrare e commentare i risultati del Rapporto interverranno, tra gli altri: Bernardo De Bernardinis, presidente Ispra, Carlo Maria Medaglia, capo segreteria tecnica Ministero dell’Ambiente, Enrico Giovannini, portavoce ASviS, Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione UniVerde, Alfonso Cauteruccio, presidente Greenaccord, Marco Fratoddi, segretario generale Federazione Italiana Media Ambientali, Paola Spadari, presidente Ordine Giornalisti Lazio, Alessia Sabbatino, segretario generale Fondazione Global Compact Italia.

Il progetto si avvale dell’adesione del Presidente della Repubblica; del partenariato con Lumsa, Angelicum e Osservatorio di Pavia; della collaborazione con la Federazione Nazionale della Stampa Italiana e con l’Ordine dei Giornalisti; del patrocinio di Commissione Europea, Ministero dell’Ambiente, Ispra; della partecipazione di ASviS, Cittadinanzattiva, Csr Manager Network, Fondazione Global Compact Network Italia, Fondazione UniVerde, Greenaccord; del sostegno di Terna; del contributo di Eni, Novamont e Toyota; partner tecnici Arti Grafiche Boccia, Tetra Pak e Telpress.