Previsioni Meteo: Capodanno all’insegna del bel tempo ma con gelate notturne

MeteoWeb

Il servizio meteo dell’Aeronautica militare prevede per domani, primo giorno del 2017, al Nord generali condizioni di tempo stabile e ben soleggiato. Foschie dense e nebbie sparse in formazione sulle aree pianeggianti e lungo i litorali adriatici, dopo il tramonto e durante la notte, quando si avranno anche estese gelate. Tra la notte e il mattino, tendenza all’aumento delle nubi basse sulla Liguria. Ancora, ampio e prevalente soleggiamento con qualche modesto addensamento nel pomeriggio sulla Sardegna orientale e tra Lazio e Abruzzo. Dopo il tramonto e durante la notte foschie anche dense nelle valli interne e sulle zone pianeggianti, con gelate sparse specie su aree interne ed appenniniche e regioni adriatiche. Dal primo mattino tendenza ad aumento delle nubi basse su Toscana centro-settentrionale e Sardegna occidentale. Scendendo lungo lo Stivale, secondo l’Aeronautica militare, nuvolosità variabile con schiarite sempre maggiori su Molise, Puglia, Calabria jonica e su Sicilia settentrionale e orientale. Ampio e prevalente soleggiamento sul resto del Sud. Estese gelate su aree interne e appenniniche durante la notte. Le temperature? Massime stazionarie sulla Sicilia e su tutte le aree pianeggianti del nord, in aumento sul resto del Paese specie sulle regioni adriatiche. Colonnina di mercurio senza variazioni di rilievo al Nord. Aumento, invece, sul resto d’Italia, specie al Sud. Venti da deboli a moderati settentrionali al Sud, con i rinforzi maggiori nel pomeriggio su Puglia, Sicilia e restanti aree joniche ma in generale attenuazione.Venti deboli settentrionali al Centro con qualche residuo rinforzo sulle coste adriatiche nel pomeriggio e deboli variabili al Nord, con qualche rinforzo occidentale nel pomeriggio sulle coste adriatiche.Tra la notte e il mattino, tendenza a disporsi dai quadranti occidentali sulla sardegna e da quelli meridionali od occidentali su Liguria e Toscana. Per quanto riguarda i mari, secondo le previsioni dell’Aeronautica militare, molto mossi lo Jonio, il Tirreno sud-occidentale e lo stretto di Sicilia, tutti con moto ondoso in attenuazione. Poco mossi il Mar Ligure, il Mare di Sardegna e i settori Nord di Adriatico e Tirreno. Mossi i restanti mari con moto ondoso in diminuzione sul resto del Tirreno.