Previsioni Meteo, maltempo sull’Italia: piogge e vento, ma Natale sarà senza neve

MeteoWeb

Un vasto vortice di bassa pressione che si è posizionato sul Mediterraneo Occidentale oggi (martedì) spingerà nuvole e piogge su gran parte del Paese, con nuove nevicate che però si limiteranno a interessare Alpi occidentali e Cuneese: l’insistere dei piovosi ma tiepidi venti di Scirocco, risucchiati dal mulinello depressionario, favorirà infatti un sensibile e generalizzato rialzo delle temperature. Le piogge, però – sottolineano i meteorologi del Centro Epson Meteopotrebbero essere localmente anche di forte intensità, specie in Calabria e nelle Isole Maggiori. Tra domani (mercoledì) e giovedì ci sarà il progressivo indebolimento del Ciclone Mediterraneo, con un conseguente graduale esaurimento delle precipitazioni (sia piovose che nevose): preludio, questo, a una parte finale della settimana che, in base alle ultime proiezioni, sarà probabilmente caratterizzata dalla presenza dell’alta pressione e quindi da prevalenza di tempo bello e temperature relativamente miti: si profila quindi un Natale con tempo abbastanza stabile, ma con la presenza di nebbie“.

cielo nuvoloso-2Martedì nuvole in tutta Italia. Al mattino piogge sparse al Nordovest, su Emilia Romagna, regioni tirreniche, Calabria e Isole maggiori, con rovesci e temporali anche intensi su Calabria, Sicilia Orientale e sud della Sardegna. Nevicate di moderata intensità e fino a quote collinari sull’Appennino Ligure, Cuneese e, al di sopra di 500-1000, metri sulle Alpi occidentali. Nel pomeriggio le precipitazioni andranno a interessare anche le zone del medio e basso Adriatico, mentre al Nordovest la quota delle nevicate comincerà a risalire. Nel frattempo i fenomeni sulla Sicilia tenderanno ad attenuarsi. Temperature massime ovunque in rialzo. Ancora intensi venti di Scirocco in gran parte del Centrosud.

Particolare attenzione oggi va posta sulle Isole maggiori e in Calabria. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta meteo rossa in Sardegna e arancione su Sicilia e Calabria per rischio idrogeologico.

Mercoledì graduali schiarite all’estremo Nordest, molte nubi nel resto del Paese. Precipitazioni deboli in graduale esaurimento al Nordovest e sul medio Adriatico; precipitazioni più insistenti e intense, anche a carattere di temporale, sulla Calabria, la Sicilia ionica e la Sardegna. Temperature quasi ovunque in rialzo. Venti ancora sostenuti ma in graduale attenuazione. Da giovedì la circolazione depressionaria si allontanerà dall’Italia e sul nostro Paese tenderà a prevalere di nuovo l’influsso di un campo di alta pressione che determinerà tempo stabile o poco perturbato e clima non particolarmente freddo fino a Natale. Attenzione alla presenza di nebbie in pianura al Nord. Questa fase di tempo stabile potrebbe essere interrotta soltanto da una perturbazione che nella seconda parte del 24 dicembre lambirà le Alpi e che nella giornata di Natale potrebbe portare un aumento della nuvolosità in diverse regioni: al momento non si profilano fenomeni significativi.