Sea Shepherd: flotta baleniera giapponese nel santuario dell’Oceano del Sud

MeteoWeb

Il pattugliatore di Sea Shepherd Ocean Warrior ha intercettato una delle navi arpionatrici della flotta di bracconieri di balene giapponese nel Santuario delle Balene nell’Oceano del Sud. Lo rende noto l’organizzazione ambientalista in un comunicato. “Gli equipaggi della Ocean Warrior e della MV Steve Irwin hanno combattuto con nebbia e ghiaccio per proteggere le balene nel santuario australiano delle balene,” ha detto il Capitano della Ocean Warrior, Adam Meyerson. “La Yushin Maru era nascosta dietro un iceberg ed è sbucata fuori in rotta di collisione“. La nave arpionatrice è stata localizzata approssimativamente a 165 miglia a nordest della base australiana di Casey, all’interno del santuario delle balene australiano (64°15′ S 115°06′ E). “Le navi di Sea Shepherd sono ora a caccia della nave principale della flotta baleniera giapponese, la macelleria galleggiante conosciuta come Nisshin Maru“, si legge nella nota. “Trovare una delle navi assassine nascosta dietro un iceberg nella nebbia fitta significa che il resto della flotta è nelle vicinanze“, ha detto Meyerson. “Tutti noi speriamo di fermare l’uccisione di balene nell’Oceano del Sud per Natale“. Intanto, fa sapere Sea Shapherd, la nebbia sta causando una diminuzione della visibilità per la flotta baleniera, che si traduce in un’ottima notizia per le balene. “Sebbene io applauda Sea Shepherd per ciò che sta facendo nel Santuario delle Balene nell’Oceano del Sud, localizzando la flotta baleniera giapponese, è incredibile che siano loro a dover fare il lavoro del governo australiano al suo posto,” ha dichiarato il senatore dei Verdi australiani Peter Whish-Wilson dopo avere avuto la notizia. “Le balene stanno ricevendo più protezione dalle condizioni climatiche che dal governo australiano“.