Smog: migliora la qualità dell’aria in Veneto

MeteoWeb

Nella giornata di oggi correnti deboli dai quadranti nord-orientali in quota attenuano l’area anticiclonica che staziona da giorni sull’Europa centrale e inducono un temporaneo aumento della ventilazione da nord-est sulla pianura, più significativo sulla costa.

L’aumento del rimescolamento dell’atmosfera porterà a una migliore dispersione delle polveri sottili, con le concentrazioni di PM10 che si porteranno sotto i limiti di legge ovunque. Lo sottolinea in una nota l’Arpav del Veneto. Nel fine settimana il riaffermarsi di una vasta area di alta pressione sul nord Europa bloccherà nuovamente il transito di perturbazioni sull’Italia settentrionale.

Questa situazione impedirà che vi siano precipitazioni (ultime piogge il 26 novembre scorso), notevoli aumenti della ventilazione e favorirà la formazione di foschie e nebbie e il ristagno degli inquinanti. Le concentrazioni di polveri sottili saranno in modesto aumento e localmente potranno superare il valore limite giornaliero, specie nei principali centri urbani.