Speciale infrastrutture, la nuova Via della Seta: progetto di cooperazione tra Ue e Cina

MeteoWeb

Il progetto di cooperazione della nuova Via della Seta (Belt and Road) avviato dalla Cina in collaborazione con 16 paesi dell’Europa centro-orientale – Serbia inclusa – e’ di “rilevanza mondiale”. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri serbo, Ivica Dacic, sottolineando la gratitudine del governo di Belgrado nei confronti degli investitori cinesi, che hanno permesso al paese di aumentare le esportazioni, e di conseguenza il Prodotto interno lordo (Pil). Stando a quanto ha riportato la stampa serba, i settori in cui vi e’ un’attiva cooperazione con il governo cinese sono l’economia, le infrastrutture, le comunicazioni, l’istruzione e la scienza, cosi’ come tutti gli altri paesi europei coinvolti nel progetto. “Credo che questa iniziativa sia molto importante, non solo perche’ produrra’ risultati positivi in vari campi del sistema economico dei vari paesi, ma anche perche’ rappresenta un progetto approvato e ben visto da un gran numero di paesi, europei e non“, ha concluso il ministro.