Terremoto, il M5S accetta la proposta del sindaco di Amatrice. Di Maio: Lì da domani

MeteoWeb

“Ieri abbiamo accettato l’invito del Sindaco di Amatrice. Da domani saremo in quelle terre devastate dal Terremoto a dare una mano”. Così sul blog di Beppe Grillo Luigi di Maio del Movimento 5 Stelle. Sergio Pirozzi, attraverso LaPresse, aveva fatto un appello: “Basta vuota solidarietà. Offro ai parlamentari un’opportunità. Si mettano gli scarponi, tolgano giacca e cravatta e vengano qui a parlare con la gente, a gestire, con vigili del fuoco e protezione civile, tutto: dell’assegnazione dei moduli abitativi alle riunioni organizzative”. “Siamo d’accordo con lo spirito di questa iniziativa- si legge – : non bastano le visite lampo e un rapido giro di incontri con le autorità o nelle zone rosse. Non bastano le passerelle o i giri in elicottero. Bisogna ascoltare con umiltà chi soccorre quelle persone da mesi, per imparare come viene gestita quotidianamente sul campo la ricostruzione. Sono sicuro che dopo questi giorni capiremo meglio quello che dobbiamo ancora fare per essere fino in fondo al servizio di questa gente. Il mondo, quello vero,si trova fuori dai palazzi della politica, lontano dal cerimoniale e dalle visite istituzionali. È lì che andrò nei prossimi giorni. Con me ci sarà la nostra portavoce al Senato Elena Fattori”.