Terremoto, a Camerino zona rossa off limits causa neve

MeteoWeb

Impossibile verificare ulteriori eventuali danni in zona rossa di Camerino dopo le scosse sismiche di oggi. Un ingegnere dell’Ufficio Tecnico Comunale, accompagnato da una squadra dei vigili del fuoco – rende noto il Comune di Camerino – ha effettuato un sopralluogo, ma le continue scosse e soprattutto la tanta neve che minaccia crolli dai tetti, non hanno permesso di raggiungere tutte le zone per una verifica completa. Sul terreno oltre un metro di neve, che non e’ stato possibile rimuovere con mezzi proprio per evitare ulteriori vibrazioni. Per il poco che e’ stato possibile esaminare, non ci sono stati ulteriori crolli, ma un aggravamento delle lesioni in alcuni edifici. Tra questi il Palazzo Arcivescovile, gia’ seriamente danneggiato nello spigolo che sovrasta l’accesso a corso Vittorio Emanuele. Non sembra essersi aggravata invece, la situazione del Duomo, quella di Palazzo Ducale e per il Quadriportico. Nella parte posteriore della Chiesa di Santa Maria in via non si sono evidenziati crolli ulteriori, mentre e’ stato impossibile raggiungere in sicurezza piazza Umberto I per accertare la situazione della facciata. Le operazioni di puntellamento nei vari edifici del centro sono sospese per la giornata di oggi. Da un esame a vista si sono evidenziate alcune nuove lesioni in edifici che sovrastano le mura nel versante costeggiato da viale Emilio Betti.