AIDAA: salvate i lupi o sarà guerra aperta

MeteoWeb

E’ prevista per domani 2 febbraio 2017 la discussione al punto quattro della riunione della conferenza Stato- Regioni inerente l’accordo sul Lupo che prevede – spiega AIDAA in una nota – la possibilità di un abbattimento selettivo di circa il 5% della popolazione dei lupi presente in Italia. Il presidente dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – AIDAA Lorenzo Croce chiede alla conferenza di rinviare la discussione sul punto e di procedere ad ulteriori approfondimenti sui contenuti dell’accordo in quanto appare evidente che tale accordo è impraticabile e che la decisione viene presa per favorire gli agricoltori a scapito di una delle più belle specie animali presenti nel nostro territorio nazionale“.

Serve un nuovo tavolo di discussione – dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA – per questo diffidiamo la conferenza a dare il via libera all’abbattimento dei lupi. Per tutelare questi animali siamo pronti a tutto – dice Croce – sia ad impugnare il documento di accordo davanti alle istituzioni preposte che a scendere in piazza per difendere il lupo da questa follia“. Se passerà questo accordo Croce annuncia anche uno sciopero della fame come forma di protesta pacifica contro questo che considera un vero e proprio sopruso contro i lupi e un favore ad agricoltori e bracconieri.