Belgio, aviaria: tutti i volatili in quarantena a partire da oggi

MeteoWeb

Il virus H5N8, ovvero quello dell’influenza aviaria, è stato identificato in Belgio in un allevamento amatoriale del comune di Lebbeke, nelle Fiandre Orientali: a scopo precauzionale, l’Agenzia nazionale belga per la sicurezza della catena alimentare (Afsca) ha deciso che a partire dal mezzogiorno di oggi giovedi’ 2 febbraio tutti i volatili, sia degli allevamenti professionali che di quelli amatoriali, dovranno essere confinati e protetti da qualsiasi eventuale contatto con uccelli selvatici, possibili portatori del virus altamente patogeno che si e’ gia’ diffuso in vari paesi europei; chiusi anche tutti i mercati di pollame e volatili. Il ministro federale dell’Agricoltura, Willy Borsus, ha ammesso che “il virus e’ ormai arrivato anche in Belgio“, ha precisato che “a questo stadio il settore professionale non e’ ancora coinvolto” ed ha spiegato che “e’ necessario essere molto vigilanti: la stretta applicazione di misure di biosicurezza e’ di importanza capitale per assicurarsi che il caso rilevato resti isolato“. L’Afsca ha invitato tutti i proprietari di volatili di rivolgersi a dei veterinari ai primi segnali che possono far pensare alla presenza della malattia nei loro allevamenti.