Caldo storico al Centro/Sud, ecco perchè i +25°C di oggi a Febbraio sono molto più assurdi di +40°C a Luglio

MeteoWeb

Il caldo record è arrivato puntuale come annunciato nelle nostre previsioni: balzano agli occhi i +25°C di Cosenza (senza precedenti nella storia di Febbraio), o i +26°C della vicina Rende. Impressionanti i picchi di +25°C sulle colline al confine tra Puglia e Basilicata, o valori come i +19°C di Potenza e i +18°C di L’Aquila, tipici di maggio nel cuore dell’Appennino (qui tutti i dati). Sono temperature pazzesche per il mese di Febbraio, in cui dovremmo avere circa 15°C in meno. Anche da Roma arrivano dati impressionanti: la minima di oggi nella Capitale è stata di ben +11°C, a fronte di una media di +2°C. Siamo a Febbraio, nel mese più freddo dell’anno, e parlare di “caldo” con questi dati è persino riduttivo.

Sarebbe molto più normale raggiungere i +40°C a Luglio o inizio Agosto, rispetto ai dati folli misurati oggi al Centro/Sud e sui rilievi Appenninici. Ecco perchè il concetto di “caldo” e “freddo” in climatologia è estremamente relativo, rispetto al periodo dell’anno e alla località geografica di riferimento. Le stesse temperature di oggi nelle città del Centro/Sud a fine Luglio sarebbero freddo eccezionale, ma a Febbraio sono caldo senza precedenti. Così come -30°C in Antartide possono rappresentare un “caldo record” mentre +30°C in Arabia Saudita possono significare “freddo senza precedenti”, non per modo di dire ma assolutamente in termini scientifici.

Torniamo ai giorni nostri. Già ancora alla fine di gennaio, anticipavamo sui nostri articoli che sarebbe stato un Febbraio molto caldo e quindi  anomalo. I valori di oggi (e non solo) dimostrano che avevamo ragione a sostenere che stiamo vivendo un’epoca assai particolare, caratterizzata da forti estremi meteorologici.  Abbiamo avuto un Gennaio con precipitazioni nevose eccezionali in Abruzzo, cosa che ha causato gravi disastri, da più parti ed a ripetizione. Non solo, è stato un mese freddissimo in tutt’Italia.

Abbiamo ora un record opposto in Febbraio, addirittura sul Valore Massimo di Temperatura. Ma più in generale tutto Febbraio si concluderà con scarti positivi impressionanti rispetto alla norma.

Parliamo di fenomeni che sono diametralmente opposti: Freddo e Caldo. Ma, pensandoci bene, qualcosa di comune i due fenomeni  ce l’hanno: sono entrambi  esempi di Fenomeni Estremi.

Ormai dobbiamo abituarci al fatto che il nostro Clima si muove sempre di più lungo i Meridiani, e non più da Ovest verso Est, come una volta con le perturbazioni atlantiche. Ad ondate di freddo eccezionali che scendono da Nord, lungo la verticale dei meridiani, neanche un mese dopo seguono risalite rabbiose dall’Africa, dell’Anticiclone Sub-tropicale.

E pure ancora, neanche a farlo apposta, gli scambi d’aria avvengono lungo gli stessi meridiani.

Dovremo  sempre di più fare i conti con questo tipo di  realtà.

Sarà cosi, certamente, nel prossimo futuro.