Candelora: ecco i proverbi più significativi

MeteoWeb

La Candelora è una ricorrenza ricca di proverbi. Uno di essi recita: “ Si Purificatio nivibus, Pasqua floribus. Si Purificatio floribus, Pasqua nivibus” ovvero “Se il 2 Febbraio c’è neve, la Pasqua sarà fiorita; viceversa, se a Candelora le gemme sono già sbocciate, si tratta di un falso allarme: a Pasqua sarebbe caduta la neve e l’inverno sarebbe stato lungo”. Un detto latino dice: “Sole micante, die Purificante; frigor peior post quam ante” ossia Se il sole ammicca il giorno della Candelora, seguirà un freddo ben peggiore di prima. A Trieste si suol dire: “Candelora piova e Bora, del’inverno semo fora; Candelora sol e vento del’inverno semo dentro!” . Si dice anche “Candelora in foglia, Pasqua in neve”, “Candelora scura dell’inverno non si ha paura”; “Se nevica per la Candelora, sette volte la neve svola”.

CANDELORA PROVERBI 1Persino nel mondo anglosassone un proverbio recita:“If Candlemas Day be fair and bright, winter will have another fight. If Candlemas Day bring clouds and rain, winter is gone and won’t come again” che, tradotto, vuol dire: “Se il giorno di Candelora sarà bello, tornerà di nuovo l’inverno, se invece è nuvoloso e piovoso, l’inverno è oramai finito”. Il legame del 2 febbraio con le scorte alimentari e le preoccupazioni relative è testimoniato da alcuni proverbi come i seguenti: “Da Candalora, cu on avi carni s’impigna a figghjiola”; “Pa Cannilora a jaddina fà l’ova”, “Pa Cannilora du ‘nvirn sim fora”; “Pa Cannilora u brascirr fora” Ed ancora: “A Cannelora, a vernate jè sciute fore! Responne Sante Biase: “A vernate ‘ncore trasce”; responne a vecchierelle: “Quanne scekoppe a Vecachelle”; responne u viecchie Semmejone: “ Se vuo’ sta cchiù secure, quanne calene i meteture’ “; ovvero: “alla Candelora l’inverno è uscito fuori (passato), risponde San Biagio (3 Febbraio): “L’inverno non è ancora arrivato”. Risponde la vecchietta. “Quando sono sbocciate le gemme” ma il vecchio Simeone conclude con saggezza: “Per essere più sicuri, quando arrivano i mietitori”.