Cultura, Mattarella: il sapere è unico e prevale sull’intelligenza artificiale

MeteoWeb

“L’intelligenza artificiale è semplicemente un’applicazione” di quella umana. Ad esempio nella famosa partita a scacchi la vittoria sul campione Kasparov “non è del computer ma di chi lo ha programmato”. Lo ha sottolineato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo all’inaugurazione dell’Anno accademico dell’Università della Calabria, evidenziando altresì “l’importanza crescente dell’unicità del sapere, combinazione di cultura e di scienze tra filosofia, matematica, logica”.
Il Capo dello Stato ha richiamato la figura di Beniamino Andreatta e la sua “propensione eclettica, complessiva, di approccio nei confronti della cultura. La sua intuizione e il suo impegno per quest università è rappresentativo di questa apertura mentale di cui vi è bisogno: un uomo del nord, che ha svolto la sua attività accademica prevalentemente a Bologna, ma si è impegnato attivamente e in concreto per far sorgere questo ateneo”.