I dinosauri: storia di una controversia scientifica, dal Crystal Palace a Jurassic Park

MeteoWeb

Le goffe e pesanti lucertole giganti immaginate dagli studiosi dell’Ottocento hanno ormai lasciato il posto a dinamici e sofisticati animali ricostruiti al computer. Duecento anni di scoperte scientifiche hanno mutato radicalmente l’aspetto dei dinosauri: l’avvincente storia di questa trasformazione e i personaggi che hanno contribuito a scriverla saranno il tema della conferenza “I Dinosauri: storia di una controversia scientifica, dal Crystal Palace a Jurassic Park” che si terrà mercoledì 8 febbraio alle ore 18 nell’auditorium del Centro culturale Altinate San Gaetano, a cura di Roberto Gatto, ricercatore di Paleontologia del Dipartimento di Geoscienze dell’Università degli Studi di Padova.

L’incontro è organizzato nell’ambito della mostra “Dinosauri. Giganti dall’Argentina“, prodotta dal Comune di Padova con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e aperta al pubblico fino  al 26 febbraio 2017 al Centro culturale Altinate San Gaetano di Padova. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Cosa hanno in comune un modesto medico di campagna, un eccentrico rettore di Westminster e una spia austroungarica che voleva diventare re? Sono alcuni dei protagonisti di una delle più affascinanti avventure della storia della scienza moderna: la scoperta dei dinosauri. Fin dai primi ritrovamenti avvenuti all’inizio del XIX secolo, i dinosauri hanno esercitato un’attrazione particolare sugli studiosi che se ne sono occupati, scatenando appassionanti controversie scientifiche e suscitando accese rivalità personali. L’interesse per i dinosauri ha presto travalicato i circoli ristretti del mondo accademico e le figure di questi straordinari animali, che hanno dominato il paesaggio terrestre per oltre 160 milioni di anni, si sono insediate stabilmente nell’immaginario collettivo.

Come erano fatti i dinosauri e come vivevano? Si sono davvero estinti tutti? E perché? A queste e a molte altre domande gli studiosi hanno cercato di rispondere analizzando fossili da tutto il mondo come pezzi di un complicato rompicapo.

Roberto Gatto è ricercatore universitario di Paleontologia all’Università degli Studi di Padova. Si occupa di sistematica, paleoecologia e paleobiogeografia. Ha svolto attività di ricerca presso varie istituzioni scientifiche europee, tra cui il Natural History Museum (Londra), il Museum für Naturkunde (Berlino) e l’Institut royal des Sciences naturelles de Belgique.

Informazioni e prenotazioni mostra: Ne-t by Telerete Nordest S.r.l. , tel +39 049 20100 dinosauripadova.it