Fa la “dieta dell’acqua” e rischia di morire: donna finisce in rianimazione

MeteoWeb

Una brutta storia che poteva finire in tragedia.

Una donna catanese di 66 anni è stata ricoverata in ospedale in codice rosso, dopo aver seguito un’improponibile dieta dimagrante basata esclusivamente sul consumo di acqua.

Otto litri di acqua al giorno, per tre giorni, con digiuno totale e un peso da 5 chilogrammi da posizionare quotidianamente, per diversi minuti, sopra lo stomaco, per esercitare pressione. Questa la cura seguita al fine di perdere peso velocemente e disintossicare il corpo dalle tante medicine ingerite in passato a causa di dolori muscolari.

Una dieta rivelatasi presto pericolosa, che sarebbe potuta essere fatale.

Dopo il primo forte malore, appena giunta in ospedale, la donna ha immediatamente perso i sensi ed è subito stata ricoverata in rianimazione con codice rosso. Ora le sue condizioni sembrano essere stabili ma la sessantenne ha rischiato una brutta intossicazione da acqua.